Sanificare e Monitorare la Qualità dell’Aria Indoor e Outdoor

Prodotti e Sistemi IOT Innovativi per Sanificare e Monitorare la Qualità dell’Aria Indoor e Outdoor

AIRSANA

Airsana è l’innovativo brevetto internazionale che purifica l’aria proveniente dagli impianti di condizionamento salvaguardando la tua salute e garantendo risparmio economico e la riduzione delle emissioni nocive.

E’ un sistema unico per purificare la nostra aria che nasce dal bisogno odierno di migliorare alcuni aspetti della qualità della vita, permettendo di salvaguardare la propria salute, gestire al meglio i consumi energetici e ridurre anche le emissioni dannose nell’ambiente esterno.

GODAIR GAS

Analisi in tempo reale della qualità dell’aria indoor e outdoor.

Sistema di monitoraggio di Fumi, Gas, Sostanze Nocive, Temperatura e Umidità con sensori interni ed esterni.
Modulare, configurabile e adattabile a qualsiasi ambiente.
Segnalazione di situazioni critiche, comando e controllo sull’impianto di condizionamento.

AIRQUALITY

Monitoraggio multisensoriale della qualità dell’aria indoor e outdoor.

Soluzioni innovative per il monitoraggio della qualità dell’aria in tempo reale e per la gestione del comfort termico per qualsiasi tipo di spazio interno, dalla Casa all’Ufficio, dalla Scuola all’Albergo, dall’Ospedale ai Trasporti.
In Tempo reale si monitora e controlla la situazione dell’aria ovunque ed in qualsiasi momento, dal tuo computer o dal tuo cellulare

 

GODAIR POLVERI

Analisi in tempo reale della qualità dell’aria indoor e outdoor.

Sistema di monitoraggio di Polveri Sottili, Polveri del legno, Sostanze Nocive, Temperatura e Umidità con sensori interni ed esterni.
Modulare, configurabile e adattabile a qualsiasi ambiente.
Segnalazione di situazioni critiche, comando e controllo sull’impianto di condizionamento.

Il protocollo più comunemente utilizzato, per la connessione del dispositivo al Cloud, è il protocollo http attraverso lo stile architettonico REST (REpresentationAL State Transfer).

La quantità di informazioni da manipolare è spesso un problema per un dispositivo incorporato, principalmente in termini di memoria. Inoltre può esserci un incremento in termini di costi se, per esempio, una connessione GPRS (attraverso una SIM) è usata per trasferimento dati.

Http rimane il protocollo più comunemente usato. Una proprietà che può essere usata, quando smartphones e tablet hanno diretto accesso alla Clouds, e sono usati come strumenti di presentazione.

Tuttavia, dal punto di vista degli strumenti trasmittenti, non potrebbe essere la migliore scelta: stanno emergendo nuovi protocolli (maggiormente protocolli “binari”) nel campo di Internet of Things. Questi protocolli hanno un differente schema definito come pubblico/sottoscritto, e sono leggeri, questo significa che garantiscono una riduzione di quantità di “inutili” byte con rispetto al nucleo del messaggio. I più utilizzati sono:

  • MQTT (Message Queue Telemetry Transport) leggero e affidabile (garantisce tre differenti livelli di sicurezza QoS), progettato principalmente per connessioni con larghezza di banda della rete limitata.
  • AMQP (Advanced Message Queuing Protocol), progettato per connessioni “server a server”, perciò per i sistemi aziendali; più pesante di MQTT, supporta una varietà differente di modelli.